Un paio di cose su Masha e Orso!

 

Oggi è la festa del papà e questo post serve a tutti i papà per fare una bellissima figura con la prole.

Se hai figli, Masha e Orso li conosci già.
Se non hai figli e non conosci Masha e Orso, precipitati sul Tubo e recupera subito questa gravisssssisma lacuna.
Masha e Orso è una serie animata russa, ma è distante ventordici mila miglia da: “Lavoratore e Parassita” di simpsoniana memoria, o da quelle robe strutturaliste/espressioniste per bambini hipster che qualcuno di noi si è sorbito alla fine degli anni 70.
Creata nel 2009 da Oleg Kuzovkov, Andrei Dobrunov e Dmitry Loveiko, Masha e Orso è una serie che combina l’animazione 2D con la CGI in 3D, realizzata dallo studio russiano Animaccord.
Episodi autoconclusivi da 7 minuti. Trasmesso in 16 nazioni, 50 milioni di visualizzazioni solo sul Tubo russo, e un milione di DVD venduti nel 2012.
La qualità media degli episodi è stratosferica. Il lavoro sulle texture, gli sfondi, le luci, i materiali è eccezionale, compete sullo scacchiere internazionale dell’animazione senza temere niente e nessuno.
La serie è una sorta di riscrittura moderna della celebre fiaba russa di Masha e Orso, e tutti gli episodi sono densi di riferimenti e richiami al folklore e alle tradizioni russe.

Orso è un modello maschile di riferimento. È un ex orso acrobata da circo, suona più di uno strumento, tra cui la chitarra elettrica in stile glam metal anni ’80. Cucina, è esperto di bricolage, modellismo, sa seguire le istruzioni per il montaggio di qualunque cosa, lava, stira, cuce, fa le parole crociate autodefinite, legge romanzi horror, sa fare il mago, usa i wormhole, pattina, scia, guida la motoslitta, scrive, telefona, mette in ordine casa, ristruttura, salda, ha adottato un pinguino, è innamorato di un’orsa, è esperto di tracce, un suo amico è un coniglio che gli frega le carote dall’orto, detesta le armi da fuoco ed è anche scienziato botanico.
Non mi ci metto neanche in competizione con Orso, che tanto ho perso in partenza.

Masha è una bimba che vive in una specie di casa cantoniera sulla ferrovia. Pestifera, capricciosa, ma con un cuore grande così. Buffa, piccolina, distratta, ha bulleggiato tutti gli animali dell’aia e del bosco fino a trovare poi orso.
Sono grandi amici, ed è lei il fulcro narrativo delle avventure della serie.

Samovar.
È quell’affare bellissimo, con il rubinetto, dal quale Orso si serve il tè. Un tipico aggeggio per il tè di un certo tipo che si beve da quelle parti.
Nota per i papà che vogliono fare bella figura anche con le mamme: per dirti quanto è caratteristico e importante quell’aggeggio, Russian Samovar è il nome del locale di Petrovsky, il tipo russo di Carrie in Sex & The City.

Il pesce D’oro.
In una puntata Masha va a pescare con Orso. Tirerà su il mitico pesciolino d’oro che arriva dritto dritto da una fiaba di Aleksandr Pushkin.
La popolare fiaba russa parla di un pesce che esaudisce i desideri del vecchio che lo pesca e lo ributta in mare invece di buttarlo in padella. Figura centrale del folklore della steppa.

Lupi in ambulanza.
I due lupi affamatissimi e sfigatissimi vivono nel rudere di una vecchia ambulanza
Potrebbe essere un gioco di parole con Wolf-Vehicle, nomignolo affibbiato ai veicoli militari sovietici per il soccorso truppe.

Snegurochka!
Quando Babbo Natale, che comunque non è Babbo Natale, ma Ded Moroz (Nonno Gelo), si schianta con la slitta, chiede a Masha e Orso di aiutarlo nella consegna dei regali.
Per farlo, trasforma Masha in Snegurochka, l’aiutante di Nonno Gelo secondo la tradizione popolare russa. Snegurochka è la nipotina di Nonno Gelo, una fatina delle nevi che si attiva per dare una mano al nonno.

La pappa rosa.
Quando Masha si mette a cucinare e fa casino, creando quell’incontenibile blob rosa, quel cibo è una specie di porridge. Dovrebbe essere il Mannaya kasha, un cibo per la colazione dei campioni, a base di farina, cereali e tutto quello che Masha ci caccia dentro.

Le figurine.
A quanto ne so, nel 2014 la Panini ha prodotto una raccolta di figurine di Masha e Orso per il mercato Russo e Ucraino.

Se scopro altro, o se mi informano di altri aspetti aggiungo e correggo.

Ora vado a farmi la doccia.

Su bambini dentifricio e spazzolino
shampoo schiuma bolle di sapone.
Bagno doccia alla sera o al mattino
ogni giorno tutto splenderà.

Lava sempre tutto bene
non rischiare malattie
come chi non fa attenzione lascia sporco intorno a se.
Tutti i giorni fare il bagno
è una cosa naturale
è l’igiene personale ed ognuno sa cos’è

Su bambini dentifricio e spazzolino
shampoo, schiuma, bolle di sapone.
Bagno doccia alla sera o al mattino
sotto il sole tutto splenderà.

Su bambini è una cosa naturale
fare il bagno è un piacere da provare.
Su bambini è l’igiene personale
sotto il sole tutto splenderà!