L’aggressione grillesca contro i giornalisti: dalla violenza sul web alla violenza reale, per l’idiota il passo è breve.

 

Violenza e frasi fatte.
Tutto qui.
Una mandria di idioti web-guidati che vomita violenza e frasi-slogan che qualcuno ha scritto per loro.
Ecco che cosa ho visto in quel video. (questo video)
Il bello delle frasi-slogan scritte da altri è che ti danno l’illusione di dire qualcosa tipo: “giornalisti terroristi!” quando in realtà non fanno altro che confermare al mondo quanto sei idiota.
La violenza di quelle reazioni ha portato l’Ordine Dei Giornalisti a rilasciare un comunicato, lo puoi leggere cliccando qui se ti interessa.
Toccherà ripetermi, scusa.
Lo dico e lo ridico che le ferite ontiche provocate dall’uso distorto del web hanno portato a dei cambiamenti radicali e non sanabili nella realtà delle persone.
Persone che poi si radunano in gruppi e si muovono sotto la spinta dell’uni-mente grillonesca fomentata, alimentata, finanziata, auto generata, dalle mille pagine in rete che fanno propaganda 24 ore su 24 con bufale e tutta la merda che a questi piace ingoiare in grandi quantità.
Lo dico e lo ridico che con questi celenterati ogni tipo di confronto è inutile.
Vivono in una realtà auto-costruita e auto-generata, e tutto quello che non ne fa parte, compresi quelli che tentano di ragionare, è visto come un nemico.
La disintermediazione del web è diventata un’arma di controllo, di propaganda, di aggregazione grulla.
La delegittimazione totale a colpi di: “sveglia!!!111 informatevi!!111!!” è la mannaia che cade impietosa sui giornalisti, sui medici, sulla scienza, sulle istituzioni.
Perchè, nel caso non ve ne siate ancora accorti, quel tipo di violenza, quel tipo di vuoto mentale è stato riempito da tempo con milioni di pagine fuffa, parecchie delle quali nate con l’unico scopo di finanziare il capobastone casaleggesco, che hanno riscritto la realtà in modo letterale.
Usando bufale, frasi fatte, click bait, slogan e quant’altro.