Planeta, por favor, quiero los números!

 

L’altro giorno mi sono comprato i 4 numeri della serie Jonah Hex, editi da Planeta de Agostini.
A me il personaggio è sempre piaciuto un sacco. Western/Horror grezzo e trucido come piace a noi tamarri di periferia.
In più, in questa serie, Jonah ha sempre di più la faccia di Clint Eastwood in: “Il Texano dagli occhi di ghiaccio” e la cosa mi piace.
(Se non hai visto “Il Texano dagli occhi di ghiaccio” ti meriti la Tatangelo)
Gray e Palmiotti ai testi, per ora, non mi fanno sentire la mancanza del maestro: Joe R. Lansdale che aveva scritto il precedente: “Two gun mojo”.
I disegnatori sono validi, e non vedo l’ora di leggere il quarto volume disegnato dal nostro Cristiano Cucina.
La grafica un po’ vintage ci sta. Occhei.
Però, cazzo…
Possibile che non c’era un buco dove metterci il numero di uscita?
Messi di costa nella libreria, dato che non c’è nemmeno il titolo del volume, io come faccio a metterli in ordine?
O a capire quale numero mi manca?
Alla fine ho risolto. Mi sono letto i microscopici credits e ho messo i volumi in ordine appiccicandoci dei post it.
Sì, lo so, è una roba da nerd. Ma con una libreria sterminata come la mia, o c’è ordine o non trovo più niente.

Nota per te che non leggi fumetti:
Per una serie di questioni legate in parte ai misteri dell’Isola di Pasqua, i cerchi nel grano e l’allineamento delle cattedarli europee sui nodi energetici della Terra, i fumetti della DC Comics, in Italia vengono realizzati in Spagna dalla divisione spagnola della DeAgostini.
Ecco perchè questo post ha un titolo madrileno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *