Lando 299

 

[The names were changed to protect the innocent]

Di Lando ho già parlato QUI e anche QUI.
Lui mi ha tolto l’amicizia da Facebook, ma oggi ho scoperto non ha cancellato il mio indirizzo dalla sua rubrica. Infatti, mi arriva una mail in cui annuncia al mondo che ha messo on line il suo romanzo. Tralascio il fastidio di vedere la propria mail privata in chiaro, messa lì assieme a ottocento indirizzi di sconosciuti.
Tralascio il fastidio di immaginare che gli altri settecentonovantanove indirizzi siano di SimilLandi, e tremo al pensiero che domani mi arrivi qualcosa da leggere da parte di qualcuno.
Dato che non serbo rancore, scarico il PDF di Lando.
Sono 299 pagine di romanzo fantasy.
Leggo qua e là i commenti entusiasti dei suoi compari, e le piccate polemiche di Lando che denuncia il marcio nel sistema editoriale. Pare che dopo un sì di massima di una casa editrice, consegnato l’intero romanzo, poi la suddetta abbia fatto marcia indietro.
Allora, siccome il romanzo è una bomba ed è bellissimo, lui per ripicca lo ha pubblicato aggratis on line con licenza creative commons.
Bene. Io sotto sotto a Lando gli voglio bene e inizio a leggere.
Mi fermo a pagina 2.
Mi blocco davanti allo stesso verbo ripetuto nove volte in due pagine. Urge esempio.
L’errore non è ripetere nove volte: grugnire. L’errore è ripetere ossessivamente quel verbo senza farmi capire se è una tua scelta precisa per caratterizzare i personaggi, o se in quel momento il tuo dizionario dei sinonimi e dei contrari ti è stato rubato dagli Orchi Ciclotimici delle oscure paludi di Swaghnar e devi mandare due Elfe Indomite a riprenderlo.
Comunque, rimango impressionato dalla forza interiore di Lando.
Duecentoenovantaminchia pagine messe tutte assieme fanno paura. Al di là della qualità della scrittura o dell’evidente manifestazione di una mania ossessiva compulsiva.
Quando riprendo in mano il mio romanzo, dopo tre pagine di agonia, le prime due righe già non mi piacciono più. Torno indietro, riscrivo, cambio, trasformo e non riesco ad andare avanti.
Al che mi rompo le palle, chiudo il file e scrivo altro.
Da dove arriva la forza di Lando?
Ho paura di saperlo. Lando e il suo entourage sono in guerra. La loro forza è quella dei guerriglieri in battaglia. Lui e le sue armate sono in lotta contro l’editoria cartacea. Combattono con i loro blog, e si lanciano in intrepidi attacchi suicidi nei commenti ai post dei blog altrui.
E’ tutta colpa degli editor.
Dovrebbero essere molto più chiari.
La risposta non può più essere: il tuo manoscritto non ci interessa, o non rientra nei nostri piani editoriali.
Serve una risposta chiara e onesta, tipo : il tuo manoscritto non ci interessa perché è scritto di merda, per questo, questo e quest’altro motivo.

1 thought on “Lando 299

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *