Ciao ciao Naviglio!

Oggi abbiamo riconsegnato le chiavi della casa vecchia, dopo aver svuotato tutto, il nostro appartamento sui Navigli è tornato a disposizione del suo proprietario…
(E’ stato già affittato, l’inquilino nuovo entra non appena finiscono di imbiancare)
Per un paio di settimane, abbiamo fatto avanti e indietro, per portare vie le ultime cose, intanto ci ambientavamo nella casa nuova, e ho avvertito strane emozioni.
E’ bene dire che agli agi di una casa più grande ci si abitua immediatamente.
Le leggi della fisica non possono spiegare come abbiamo fatto a stipare in quel piccolo appartamento tutto quello che c’era, è incredibile, ma seguendo le tecniche degli incastri, ci stava tanta roba da occupare pienamente la casa in cui viviamo ora, che è, calcolando pure il box, tre volte più grande.
Eppure ci stava tutto.
La casa sui Navigli ha rappresentato molto per me, è stato il punto alla fine di un frase e la maiuscola all’inizio di un’altra.
Ho un unico rimpianto, gli ho fatto pochissime foto, se ne meritava molte di più. Tutta la casa tremava al passaggio di ogni tram, non c’era più un buco libero dove infilare un libro e spesso le casse d’acqua dovevamo lasciare nel bagagliaio dell’auto, eppure…
Eppure questa casa mi mancherà parecchio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *