Un bar chiamato Fika.

 

A Londra c’è una via che si chiama Brick Lane.
Quella è una delle mie vie preferite. Tutte le volte che vado a Londra alla fine ci passo Vado laggiù a fare foto, perchè in quelle via e in quella zona c’è un sacco di roba bella sui muri.
Street Art. Tanta, tanta, street art che si esprime a strati sui muri di mattoni. Mi piace fotografare quelle cose.
Anche l’ultima volta che sono stato a Londra, sono andato a Brick Lane e ho fatto un po’ di foto. (Le ho messe sul mio profilo su FB)
A Londra c’è una via che si chiama Brick Lane.
In quella via c’è un bar. Un posticino decisamente hipster, e io non ci sono mai entrato. Non so perchè, non ho nulla contro gli hipster e i loro bar.
Fatto sta che questo locale ha un problema.
Si chiama FIKA.
È un locale svedese. Se ho capito bene, Fika in svedese significa prendersi una pausa, fare merenda e incontrare gli amici.
Non credo che chiamare un locale Fika a Londra sia un grosso problema, non credo che lo sia in nessun luogo al mondo, se ti rivolgi a persone che hanno superato l’esame di terza media.
Eppure. Dato che a Londra ci sono parecchi italiani, il FIKA di Brick Lane è diventato una sorta di tappa turistica.
Fuori sfilano italiani in gita che si danno di gomito. Padri di famiglia che ragliano alla moglie:
Oh! Hai visto lì! Ahahahaha!
Italiani che ridono, si fanno i selfie davanti all’insegna, da condividere con gli amici.
– Oh! non hai idea della Fika che ho visto a Londra.
E ridono. Ridono. Ridono.
A Londra c’è una via che si chiama Brick Lane.
In quella via c’è un bar. Un posticino decisamente hipster che si chiama Fika.
E io, tutte le volte che ci passo davanti e vedo le reazioni gibboniche dei miei connazionali, mi cala un pessimismo leopardiano che a fatica riesco a strapparmi di dosso.

2 thoughts on “Un bar chiamato Fika.

  1. è una roba che avviene a livello neurolinguistico. qui ci son donne che di cognome fanno Swallow, maschi che si chiaman Dick, addittivi che si chiaman Squirt [lo spot in TV è esilarante]. nessuno se ne accorge nemmeno.

    nel mondo non anglofono invece si. e quindi non è il caso di lanciare campagne “Pulici Milano”. ma al di là della sfortunata coincidenza di Fika, ti assicuro che gli europei, tutti, scovan ovunque significati che gli anglofoni non avrebbero mai considerato [facci caso, pochissimi brand in Europa hanno un significato altro nella lingua di origine, in inglese quasi tutti]

  2. dai retta a Cristiano e fregatene!
    ps
    è un piacere tornare a leggerti.

Comments are closed.