Omaggio a David Bowie

Sono appena tornato da Londra.
Uno dei miei soliti giri, un po’ per sfizio, un po’ per lavoro.
(la parte “lavoro” te la racconto poi.)
Questa volta ho aggiunto Brixton al mio itinerario. Sono andato laggiù a dare un’occhiata. Il posto è proprio davati all’uscita della metropolitana. Non puoi sbagliare.
Davanti al murale dedicato a David Bowie ci sono un sacco di cose. Fiori, frasi, un muro ricoperto di scritte e pennarelli lasciati apposta anche per te.
Ci sono parecchie persone, anche se è mattina presto ed è sabato.
Ho trovato mamme e papà con bimbe e bimbi, che vanno lì per un momento di silenzio davanti a tutti quei fiori.
E io mi auguro, spero, che quel momento serva ai bimbi e alle bimbe per formarsi dei gusti musicali decenti.
Persone, tante persone che si fermano un momento. Accendono una candela, lasciano un mazzo di fiori, un disco, una foto, un disegno.
Il tutto avviene in silenzio, mentre nella mia testa suona: “China Girl” e non so perchè.

Sì, mi è tornata voglia di fare foto.
Qui ho usato la mia agile Canon G11.