9 Dicembre, rivoluzione giorno 5!

gueva

Sorry, sono un po’ monotematico in questi giorni.
Poi mi passa.
Comunque sia…
La gggente, stufa di non vincere al gratta e vinci, stufa di non passare i provini per i talent e i reality, stufa di non essere andata a votare quando serviva, stufa di dover rincorrere le mode e le griffe, stufa di non riuscire a pagare le rate del macchinone, stufa di aver trasformato internet in un rimbalzone di bufale, articoli scritti male e tradotti peggio, stufa di usare i tormentoni dei comici televisivi nel loro linguaggio comune, stufa che al vicino l’erba viene su sempre più verde, stufa di aver sottovalutato tutto per circa 20 anni, stufa di quelli che urlano e fomentano nei talk show, è scesa in piazza e sta facendo la rivoluzzzione.
Eccoli lì.


Qualcuno ha deciso di andarci a parlare, per capire che cosa vogliono. Ieri mi hanno linkato un’intervista a uno dei loro leader.
No, leader non si può dire, che la base dissente.
Capo?
No.
Portavoce?
No.
Vabbè, ieri è stata fatta un’intervista ad uno dei Barbapapà della rivoluzione, tale Luciano Sturano di Vicenza. La puoi leggere tutta cliccando qui.
Riporto un passaggio secondo me molto interessante:

Secondo lei le forze dell’Ordine appoggerebbero questo vostro disegno?

«Le forze dell’Ordine non aspettano altro. Dai livelli medio-bassi non aspettano altro. I livelli medio-alti praticamente non aspettano altro ma non lo dicono».

Avete già parlato con loro? Cosa vi hanno detto?

«Nei nostri presidi dimostrano nei fatti una collaborazione totale. Sono estremamente rispettosi della non violenza. Noi siamo pacifisti a oltranza. Avrete modo di vedere delle cose che stupiranno l’Italia e il mondo».

Mandare tutti a casa e autoproclamarsi ai vertici dello Stato non le sembra antidemocratico?

«La democrazia oggi non c’è in Italia. Perché quando lo Stato permette che anche un solo cittadino si spari per colpa dello Stato, vuol dire che la democrazia e la libertà non ci sono. È inutile essere ipocriti e dire che in Italia c’è democrazia. C’è democrazia per chi sta bene, ma fra un anno o due non sarà così. Questo Stato porterà alla rovina anche loro».

Sono affermazioni molto forti…

«Il capo della polizia di Padova, della Digos, è al corrente totalmente di questo mio pensiero, che è il pensiero che sta motivando tutti noi, con differenze irrilevanti».

Okay.
Io voglio la rimozione di tutti i funzionari di cui si parla qui sopra.
Voglio che sia aperta un’inchiesta che determini in modo preciso se le parole del Barbapapà sono vere. Voglio che, nel caso lo fossero, questi esponenti delle forze dell’ordine vengano rimossi dai loro incarichi e vengano mandati a fare le guardie giurate, armati di scovolino, davanti ai depositi di guano.
Perché, fino a prova contraria, questo millantato appoggio ha un forte sapore di golpe.
Soprattutto perchè alla Diaz, a Genova e in Val di Susa i caschi sono rimasti sempre molto bene allacciati.
Ah, già… Ma quelli erano dei bastardi comunisti, dimenticavo la sottile distinzione.
Tornado all’articolo…
Preparatevi ad avere un governo autonominato dai rivoluzionari, che differisce dalla cassstaaaa non ho capito per quale motivo.
Poi, quando hanno deciso che si può, forse si torna a votare.
O forse no.
Dipende.
Insomma, nella rivoluzzzione non c’è niente di certo. L’importante è mandare tutti a casa e fare tabula rasa.
Mi chiedo, visto che questi ci credono veramente al Governo Ombra, ai supercomplotti internazionali delle banche e delle scie chimiche, se pensano che Gli Illuminati di Baviera gli lascino sul serio prendere il controllo del paese a tempo indeterminato.
Ma come?
Questa rivoluzzzzione è scoppiata perché stiamo svendendo l’Itaglia alle multinazionali straniere (dicono loro) e quelle gli lasciano fare quello che vogliono? Così?
Un conto è urlare le cose su internetto con una tastiera fumante, ma se ci credi, se ci credi davvero, come puoi credere che domani non arrivi un esercito straniero a romperti il culo?
Mah… Misteri della coerenza.

Intanto, i rivoluzzzionari continuano a discutere e ad organizzarsi sulla loro pagina di Facebook, perché evidentemente Facebook non è un prodotto della casssta e delle multinazionali straniere che hanno portato il paese alla rovina assieme alla casstaaaaahhh!

A me in quei casi viene sempre da dire: anche tua madre è vecchia, ma fa ridere lo stesso.
In realtà il punto non è nemmeno quello… La faccenda è che il 2013 è praticamente finito, e i chip obbligatori negli Stati Uniti dovrebbero essere già stati impiantati.
L’hanno fatto?
Si?
No?
Se la risposta è no, il problema non è che la notizia era vecchia. Il problema è che la notizia era una stronzata.

Esportiamo la rivoluzione, come il Brunello di Montalcino e il Parmigiano.
“Basandovi sulle vostre esperienze” l’ho sentito dire soltanto nei titoli dei temi.
Alle medie.
Perchè qui, di nuovo, è dove siamo.
Prima di andare tutti in America, ovviamente.

Anche perchè fuori fa un freddo cane e si sta meglio dentro.

Mai sottovalutare l’ansia dell’ansiano.

Forse volevi dire il contrario, ma non importa, abbiamo capito lo stesso.

Ricapitolo per i distratti:
Arrivi, dici la tua, avverti di un pericolo, ma poi ti auguri che non sia così?
Nel senso: speri di aver detto una stronzata. Ma allora perchè l’hai detta?
Comunque sia, ti tranquillizzo. Sì. I governi hanno in “mano” molta più “roba” di quanta ne hai tu in materia di sicurezza, difesa del territorio, informazioni, eccetera… Del resto, non sarebbero dei “governi” se avessero soltanto i tuoi mezzi

Altra affermazione da verificare.
Ribadisco la necessità di un’inchiesta da parte della magistratura.

Non sono una cima in economia, ma così a occhio, mi sa che non è proprio proprio come dici tu.
Però magari sei un economista incazzato di Oxford, ed è per quello che scrivi come scrivi.
Complimenti comunque per l’italiano, magari parlassi io inglese così.

Atttenzione!
I troll sono stipendiati dalla casta con 4/5mila euro al mese.
Ho sempre saputo di aver sbagliato lavoro.

Ah, ecco l’altra faccia della medaglia!
Se sei un Troll stipendiato sei presente sull’Elenco Ufficiale dei Troll della Casta. Un elenco che se qualcuno lo scopre poi ti viene a prendere a casa.
Come viene scoperto l’Elenco Ufficiale dei Troll della Casta?
Mistero. Forse con le scie chimiche buone.

Eh, no! Che a me il contatto umano fa schifo!
No, niente, allora non se ne fa niente. Mi dissocio. A me le catene umane fanno più paura delle bambole di porcellana.
Sempre che non abbia frainteso. Magari credeva che si stesse organizzando un Human Centipede.
Magari in quel caso…

AH!
Dimenticavo di segnalere questo: il forcone si per il… (clicca!) anche lui raccoglie materiali rivoluzionari di pubblico interesse.