Post a richiesta!

10411398_873109139378999_5179756152111764949_n

Madmac domanda un pezzo di sceneggiatura.. Diegozilla, con piacere, risponde:

TAV 3 (Pagina 7)

1/2: Scorcio laterale, Hubert seduto alla guida del muletto, Andrè in
piedi accanto a lui. Attorno a loro c’è l’ hangar, e sono soli, vediamo solo l’infinità di materiale che è accatastato la dentro, è buio e fa un po’ freddo. I due, improvvisamente, si guardano attorno sbarrando gli occhi, come se li avesse sfiorati un fantasma, cosa che effettivamente accade, dato che i due sentono delle risate provenire dal buio. Si allarmano, ma non si terrorizzano, del resto non sono due donnicciole, ma due rudi operai canadesi, diciamo che si spaventano quel tanto che
basta. Nota per il lettering: La risata la vorrei senza ballon, con il carattere un po’ piccolino e tremolante, se possibile!


Risata
: IH!IH!IH!IH!
Andrè: !
Hubert: Ma che cosa?!..

3: Pp laterale di due, si guardano attorno, accigliati.


Andrè
: Hai sentito anche tu?
Hubert: Sì… sembravano delle risate….

4: Una delle casse posate sulla scaffalatura vista di quinta, i due operai li vediamo subito sotto, visti dall’alto, come se ci fossimo seduti tra le casse e guardassimo verso il basso.


Hubert
: …risate di bambini!
Andrè: Mio Dio!

5: Hangar buio, pieno di ombre, scaffali e materiali, vediamo i due frontali, vicini alla scaffalatura. Hubert sul muletto, Andrè in piedi, di guardano attorno. Noi li vediamo di spalle, come ci se fossimo nascosti al buio, tra i materiali accumulati e sbirciassimo verso di loro, alcuni oggetti sono di quinta, l’inquadratura può essere leggermente diagonale, luci e ombre danno al tutto un effetto drammatico.


Andrè
: JAKE mi aveva detto che… Ma no, non può essere!…Forse è lui che mi prende in giro!

6: Andrè di nuca di quinta, voltato verso il fondo buio dell’Hangar.
Non vede niente, ma ha paura.

Andrè: C’è qualcuno laggiù?… JAKE?